Papa Francesco sul Tempo del Creato

settembre 3, 2019 12:38 am
Pope Francis on Season of Creation 2019

Pope Francis does something new for creation. 🍃🙏🏻 Watch this video to find out more ⬇️

Posted by Global Catholic Climate Movement on Monday, September 2, 2019

Oggi Papa Francesco ha fatto la sua prima dichiarazione ufficiale con cui ha promosso il Tempo del Creato, una celebrazione annuale di preghiera ed azione per l’ambiente della durata di un mese che viene osservata dai cristiani di tutto il mondo.

Messaggi chiave

Il testo completo del messaggio del pontefice in italiano è disponibile qui. I messaggi chiave di Papa Francesco includono quanto segue:

  • Siamo chiamati a proteggere la creazione e manchiamo il bersaglio. “Cosa buona agli occhi di Dio divenuta cosa sfruttabile nelle mani dell’uomo.”
  • Il Tempo del Creato è un momento di preghiera nella natura. “È questo il tempo per riabituarci a pregare immersi nella natura, dove nasce spontanea la gratitudine a Dio creatore.”
  • Il Tempo del Creato è un momento per crescere dal punto di vista della sostenibilità. “È questo il tempo per riflettere sui nostri stili di vita . . . Scegliamo di cambiare, di assumere stili di vita più semplici e rispettosi!”
  • Il Tempo del Creato è un momento per esortare i governi a mettere in atto politiche climatiche migliori. “È questo il tempo per intraprendere azioni profetiche” e i governi hanno il compito di “mostrare la volontà politica di accelerare drasticamente i provvedimenti per raggiungere quanto prima emissioni nette di gas serra pari a zero. . . in linea con gli obiettivi dell’Accordo di Parigi.”

Alzando le voci dei cattolici

In particolare, il messaggio del papa mette in evidenza i rivoluzionari movimenti giovanili e indigeni che hanno catturato l’attenzione del mondo, nonché un prossimo incontro che porterà in primo piano le loro preoccupazioni. Il Vertice sul Clima del Segretario Generale delle Nazioni Unite a fine settembre, afferma il papa, è un momento in cui dobbiamo “cogliere queste opportunità per rispondere al grido dei poveri e della terra!”

Mentre il risultato delle decisioni dei leader delle Nazioni Unite resta da vedere, la dichiarazione del papa è l’ennesimo segnale di come la Chiesa abbia colto l’importanza e l’urgenza di quanto sta avvenendo. Con 1,2 miliardi di membri – una persona su sette sulla terra è cattolica – una maggiore azione tra i cattolici genera pressione sui leader politici.

Un comitato ecumenico suggerisce un tema per ogni anno e propone idee per le celebrazioni locali. Il tema suggerito per quest’anno è “la rete della vita”, per incoraggiare le comunità cristiane a riflettere sulla biodiversità e sul dono del creato di Dio. Questo tema è particolarmente rilevante alla luce degli incendi che hanno devastato la vita in Amazzonia e alla luce del prossimo sinodo sull’Amazzonia.

Centinaia di eventi cattolici nei sei continenti sono pianificati per il Tempo del Creato di quest’anno. Questi spaziano da incontri di preghiera a scioperi per il clima, a grandi eventi pubblici con vescovi. In aggiunta all’ondata di sostegno dei laici cattolici, la dichiarazione di Papa Francesco dimostra che l’azione per proteggere l’ambiente è sempre più accolta come un aspetto essenziale della vita cattolica.

Eventi Evidenziati

Alcuni eventi evidenziati per quest’anno includono:

  • A livello globale: un movimento di e per la gioventù cattolica, la Generazione Laudato Si’, si sta mobilitando in centinaia di città per unirsi agli Scioperi per il Clima guidati dagli studenti il 20 e il 27 settembre.
  • Brisbane: Sua Eccellenza l’Arcivescovo Peter Loy Chong, Arcivescovo di Suva e Presidente della Federazione delle Conferenze Episcopali dell’Oceania, celebrerà una Messa per il Creato a Brisbane, in Australia, per la Giornata Mondiale di Preghiera per la Cura del Creato. Le isole del Pacifico affrontano minacce esistenziali dovute al cambiamento climatico. L’Australia è il luogo di quella che è prevista essere la più grande miniera di carbone del mondo.
  • Quezon City, Filippine: Sua Eminenza il Cardinale Tagle, Arcivescovo di Manila, presiederà una messa prima di una passeggiata Laudato Si’ attraverso la città con migliaia di persone. Per il prossimo anno, le comunità di Quezon City pianteranno piantine di alberi che vengono portate da comunità indigene, a simboleggiare la connessione di tutti i popoli nel creato.

Tomás Insua, direttore esecutivo del Movimento Cattolico Mondiale per il Clima, ha detto, “Il supporto di Papa Francesco al Tempo del Creato è davvero importante. Più di 1 miliardo di cattolici in tutto il mondo guardano alla Chiesa come guida e ora è tempo che i leader politici seguano l’esempio del papa. Ogni giorno che passa senza una significativa riduzione delle emissioni di carbonio è un giorno di dolore, un giorno in cui continuiamo a dire ai poveri e alle generazioni future che le loro vite non contano. La Chiesa ci sta chiaramente indicando, ora più che mai, la direzione della cura per i nostri spiriti e il nostro pianeta.”