Tempo del Creato è il tempo per riparare l’ingiustizia

Ogni anno le organizzazioni cristiane celebrano il Natale; ogni anno, la domenica di Pasqua ci rallegriamo per la risurrezione di Gesù; sette settimane dopo, tempo di Pentecoste, in tutto il mondo si trascorre del tempo a riflettere.

Ecco cosa fanno  le organizzazioni cristiane: si riuniscono per vivere la meraviglia e onorare le numerose celebrazioni che segnano il calendario cristiano. Fa parte di ciò che siamo ed è parte della nostra fede.

Queste organizzazioni cristiane di tutto il mondo celebrano anche il Tempo del Creato, la celebrazione annuale di preghiera e azione per la nostra casa comune che inizia il 1 ° settembre,  giornata mondiale di preghiera per il creato, e termina il 4 ottobre, festività di San Francesco d’Assisi, patrono dell’ecologia.

Unisciti alla celebrazione: Diventa ora partner di Tempo del Creato 

Tempo del Creato è un’iniziativa ecumenica che si celebra dal 1989. Per decenni i cristiani di tutto il mondo si sono riconciliati con il nostro Creatore durante questo periodo annuale.

Nel 1989, il patriarca ecumenico Dimitrios I ha proclamato, per gli ortodossi, il 1 ° settembre come giornata di preghiera per il creato. In effetti, l’anno liturgico della chiesa ortodossa inizia proprio in questo giorno con una commemorazione che ricorda la creazione del mondo.

Altre importanti chiese cristiane europee hanno abbracciato questa giornata nel 2001 e Papa Francesco nel 2015 per la Chiesa cattolica romana.

 Unisciti alle organizzazioni cristiane di tutto mondo in questo tempo di riconciliazione con il nostro Creatore 

Centinaia di comunità di altre confessioni cristiane prendono anche parte  a Tempo del Creato, supportate dal Consiglio Mondiale delle Chiese, dal Consiglio Mondiale Luterano e da tanti, tanti altri. È possibile trovare un elenco completo dei partner qui.

In un recente webinar, il Rev. Dr. Chad Rimmer del Lutheran World Relief ha sfidato le organizzazioni e gli individui a riconsiderare  il proprio rapporto con il creato.

“In questi giorni la nostra vita spinge il pianeta oltre i suoi limiti. Le nostre esigenze di crescita e il nostro ciclo infinito di produzione e consumo stanno esaurendo il mondo. . . Non abbiamo permesso alla terra di rispettare il suo sabbath e la Terra sta lottando per essere risanata “, ha affermato il Rev. Rimmer.

Da una prospettiva cattolica, l’anno scorso Papa Francesco ha usato parole forti per invitare tutti i fedeli. “Questo è il tempo per riabituarci a pregare a contatto con la natura  . . .  per riflettere   sui nostri stili di vita . . . per intraprendere azioni profetiche . . . orientare il pianeta verso la vita, anziché incontro alla morte.”

Quest’anno, un funzionario del Vaticano per i diritti umani, Monsignor Bruno-Marie Duffé, ha scritto una lettera che riprende l’invito di papa Francesco e ha dato il via all’Anno  dell’Anniversario Speciale della Laudato Si’, un anno di azione ispirata all’Enciclica del Santo Padre sui cambiamenti climatici e l’ecologia.

Durante Tempo del Creato, Mons. Duffé ha invitato i cattolici a “crescere sempre di più nella solidarietà” e a lavorare per “ricostruire i legami che abbiamo spezzato”.

Impegnati con il creato: Registra oggi la tua organizzazione come partner di Tempo del Creato